Love & Comics – Another Story

Sorpresa a cena

Ora andiamo al ristorante. La giornata è stata stupenda. Non sono mai stata così felice. Continuo a ripensare a quello che ci siamo detti prima.

Entriamo nel ristorante. Ma loro cosa ci fanno qui?

– Misaki-kun, guarda chi c’è?

– Ma sono Hanamori-kun e Kurosawa-kun. Cosa ci faranno qui?

– Non so. Hiro-kun non mi aveva detto niente. Andiamo a salutarli e glielo chiediamo.

Ci avviciniamo al loro tavolo. Ci hanno visti. Hiro-kun mi guarda in maniera strana, che sia per il vestito? In effetti quando uscivo con lui non mi sono mai vestita così.

– Hiro-kun, Kaito-kun. Cosa ci fate qui?

– Ciao Chiaki-chan. Ciao Matsuo-kun. Io e Kaito-kun siamo qui perché…

All’improvviso qualcuno ci interrompe da dietro. Ma chi è?

– Sono qui con noi. Ti sembra strano che abbiano un appuntamento con delle ragazze al sabato?

Ma che sta succedendo? Ovvio che mi sembra strano! Ma chi si crede di essere questa?

– Loro due un appuntamento con voi? Hiro-kun, mi spieghi cosa succede?

– Chiaki-chan, possiamo riparlarne domani? Prometto di raccontarti tutto. Non voglio rovinarti la serata con Matsuo-kun.

Possibile che non mi abbia detto niente per non rovinarmi l’appuntamento con Misaki-kun? Spero che non abbia dei problemi seri. Cosa mai può essere successo?

– Sei sicuro? D’accordo. Ne parliamo domani allora. Misaki-kun, possiamo andare al tavolo se vuoi.

– Sì, andiamo. Kurosawa-kun, Hanamori-kun, non so perché siete qua con loro, ma buona serata.

– Grazie Matsuo-kun. Buona serata anche a voi.

Non voleva rovinarmi la serata ma ora non riesco a non pensare a quello che ho appena visto.

– Ecco, il vostro tavolo è questo.

– Grazie mille. Chiaki-chan, prego.

Che carino, mi sposta la sedia per farmi sedere. Hiro-kun ha ragione, devo pensare a Misaki-kun ora. Se avesse problemi seri me ne parlerebbe sicuramente.

Ordiniamo la cena. All’improvviso Misaki-kun mi fa una domanda che mi lascia perplessa.

– Ma Hanamori-kun e Kurosawa-kun non stavano insieme? Chi sono quelle due?

Ma come lo sa? Io non gli ho detto niente e che io sappia neanche loro?

– Ma come…

– Come lo so? È evidente. Da quando Kurosawa-kun ha conosciuto Hanamori-kun è cambiato. Poi quando parla di lui ha una strana luce negli occhi. Non ci voleva molto a capirlo.

– Quindi lo sapevi. Che io sappia stanno tuttora insieme. Addirittura convivono. Non ho idea di chi siano quelle due, ma la più grande non mi piace. Secondo me è lei che ha organizzato tutta sta cosa. Mi chiedo come abbia fatto a convincerli.

– Non sapevo convivessero. Ora però credo che sia inutile cercare di capire. Hanamori-kun ha detto che te ne parlerà domani. Adesso pensiamo a chiudere la nostra serata.

– Sì.

Durante la cena abbiamo continuato a parlare. Io però continuavo a pensare a Hiro-kun e Kaito-kun. Misaki-kun penso se ne sia accorto, infatti cercava sempre di farmi divertire.

Ora stiamo tornando a casa. La serata ormai è finita.

– Eccoci a casa tua Chiaki-chan. E non preoccuparti per loro, ok?

– Misaki-kun, scusami se continuavo a pensarci. Non riuscivo a togliermi dalla testa quella strana situazione.

– Vuoi veramente bene a Hanamori-kun, vero? Sono quasi geloso.

– Non devi essere geloso di lui. Io amo solo te.

In quel momento ci baciamo. Poi io entro in casa mia. Prima di chiudere la porta mi giro verso di lui e lo saluto. Sono al settimo cielo per com’è andata la giornata. Penso che non riuscirò a dormire facilmente.