La Strada Per Arrivare a Te

Fifth Step: I’m Fine!

Era dal primo aprile che Iruka continuava ad evitare Kakashi con qualsiasi pretesto, arrivando persino a convincere l’ignaro Hiei a reggergli il gioco, usandolo come via di fuga o scusa per non restare solo o addirittura dover incontrare il compagno. Infatti, quando il jonin andava a trovarlo all’accademia, faceva sempre in modo di farsi trovare in compagnia del collega che la sera invitava a cena. Poi, se questi declinava, si inventava riunioni a cui non poteva assolutamente mancare e, quando Kakashi si offriva di aspettarlo, lui rifiutava rifilandogli altre scuse.

In questo modo era riuscito a cavarsela per circa una settimana, almeno finché l’ignaro compagno non era uscito in missione. Non era proprio riuscito ad incontrarlo, il pensiero della sua ultima “impresa” gli faceva provare il desiderio di scomparire dalla faccia della terra, poiché si rendeva conto di essersi comportato in modo infantile e assurdo anche se, passati vari giorni in più di quelli prestabiliti dal rientro di Kakashi, non aveva potuto fare a meno di iniziare a preoccuparsi.

Nessuno aveva notizie del jonin, né delle sua squadra ed Iruka, che in quel momento stava sistemando delle verifiche, si stava giusto chiedendo quali provvedimenti avesse intenzione di prendere in merito l’Hokage quando Hiei irruppe nella stanza ansimando:
“Kakashi… Kakashi… Kakashi… è in ospedale…”.

A quelle parole il chunin impallidì e, per la paura che si trattasse di qualcosa di grave vista l’agitazione del collega, mollò quanto aveva in mano per correre verso l’ospedale più veloce che poteva.

Arrivato a destinazione chiese informazioni ad una infermiera e, saputo da questa che il compagno si trovava al secondo piano nella stanza 207, preoccupassimo volò su per le scale ma, giunto davanti alla porta, sentì delle voci concitate dire:

“Mi dia i moduli di dimissione”.
“Le dico che deve rimanere qui, non può andarsene!”.

“Non sono in pericolo di vita quindi non resterò qua dentro un secondo di più!”.

“Con lei è impossibile ragionare!”.

“Appunto non stia a sprecare altro tempo qui con me e mi dia quel coso”.

Iruka riconoscendo la voce del compagno ribattere in modo tanto sfrontato al medico si tranquillizzò ma capì di dover intervenire…

Ma perché tra tutti aveva scelto come fidanzato il ninja più testardo di Konoha?

La missione con infinita pazienza continua…

376 parole