Dead or School

Dead or School

Bene, era un po’ che non facevamo qualche recensione di videogiochi e riprendiamo con questo platform a tema zombie!

Dead or School Gameplay

Dead or School Trama

Nel nostro presente una strana epidemia (è strano scrivere una cosa simile proprio ora che c’è la pandemia del coronavirus ^^;;; ) causa la mutazione genetica di alcune persone, tramutandole in delle specie di zombie che divorano e attaccano il prossimo. L’umanità per sopravvivere a questo cataclisma deciderà di andarsi a nascondere sotto terra, costruendo gallerie e sigillandone le entrare come meglio possibile. La cosa funziona più o meno bene, ma dopo quasi 80 anni ne ha un po’ le palle piene e vorrebbe tornare in superficie, sperando che in tutto quel tempo gli zombie si siano trasformati in mummie e la terra sia vivibile.

Un gruppo di ragazzine trova un ascensore che le porterebbe alla stazione metropolitana di Shinjuku, a un passo da quel cielo azzurro di cui hanno solo sentito racconti uscire dalle labbra delle nonne, ma purtroppo la situazione non è così rosea come avevano sperato e i mutanti sono ancora ovunque e pronti a mangiucchiarsele tutte se non fosse per Hisako, la nostra bella protagonista peldicarota con i twintail! La ragazza si scatena (come potete vedere a inizio del video qua sopra) e fa a pezzettini gli zombie a mani nude.

Una volte rientrate nel rifugio, la nonna di Hisako, che è anche l’anziana a capo del rifugio, legge negli occhi della nipotina la speranza e la voglia di uscire in superficie, per cui decide di raccontarle di un paradiso in superficie chiamato “scuola” dove ragazzi e ragazze della sua età si recano per studiare, socializzare, giocare, fare sport e tanto altro.

Ringalluzzita da una favola così soave la ragazza decide che andrà a scuola in superficie a costo della vita (mai sentito di una ragazza così desiderosa di andare a scuola XDDDDDDD), ma ovviamente per riuscirci avrà bisogno di compagni di classe, per cui prima dovrà girare per gli altri rifugi sotterranei per raccogliere compagni fidati desiderosi come lei di raggiungere la superficie e riprendersi la scuola dalle mani dei mutanti!

Dead or School Valutazione

La trama di questo gioco è piuttosto semplice, unendo un plot classico dell’apocalisse zombie (che in questo caso sono mutanti) alla fuga dell’umanità dalla superficie, per creare un gap generazionale nella protagonista che ci fa un po’ sorridere mentre giochiamo, con la sua idealizzazione della scuola, dove vuole recarsi a tutti i costi, come se bastasse quell’unica soddisfazione per fuggire dall’opprimente situazione in cui versa l’umanità intera. Hinako ha una caratterizzazione piuttosto classica da eroina buonista, pronta a qualsiasi sacrificio personale per salvare altre vite e per avvicinarsi sempre di più alla superficie e al raggiungimento del suo sogno, mentre gli altri personaggi sono piuttosto abbozzati, hanno degli obiettivi e interessi, ma la loro presenza nella trama è piuttosto sporadica visto che Hinako è protagonista indiscussa, soprattutto per quanto riguarda i combattimenti, per cui tutti gli altri personaggi che salveremo finiranno nel dimenticatoio e solo Yurika e Daiba saranno presenti in maniera quasi costante per proseguire la storia.

I menù di cui è fornito il gioco sono piuttosto semplici e intuitivi, e ne parlo al plurale perché in fondo ce n’è uno principale a cui potremo recarci mentre stiamo giocando, per cambiare alcune impostazioni, controllare lo status di Hinako e aggiungere Skill all’albero delle abilità, mentre quando raggiungeremo un Save Point, che in questo caso sono delle specie di cerchi di luce, si aggiungerà al nostro menù classico un’altra porzione superiore che ci permetterà di customizzare, potenziare e aggiungere componenti bonus alle nostre armi. Essendo collegati tra di loro, raggiungendo un Save Point è possibile teletrasportarsi magicamente ad un altro Save Point precedentemente visitato, mentre sulla mappa potrete vedere tutti i Save Point da sbloccare in grigio.

La mappa è abbastanza chiara, mostrando le zone dove spostarsi, dove ci sono dei tesori e oggetti speciali e dove recarsi per soccorrere altri esseri umani intrappolati, oltre che un punto esclamativo che indica l’attuale obiettivo della missione in corso da raggiungere per mandare avanti la storia. A me è capitato, mentre provavo il gioco, uno strano bug che mi ha fatto sparire la mappa dallo schermo (che è perennemente visualizzabile in alto a destra, anche mentre state combattendo. Ho provato a smanettare con pulsanti e opzioni, ma l’unico modo per farla tornare è stata salvare, chiudere il gioco e riavviarlo.

Le armi hanno diversi indicatori, tra cui Potenza, che indica ovviamente l’ammontare del danno, Velocità, che più e alta e più colpi potranno essere inferti in una azione di attacco, Resistenza/Munizioni, ovvero quanti colpi potranno essere inferti prima di dover cambiare arma (e ovviamente non sarà più possibile utilizzare quell’arma finché non l’avremo ricaricata gratuitamente passando da un Save Point), Tempo di Ricarica (per le armi da fuoco), Costo di Stamina, visto che ogni mossa che faremo, schivata o salto consumerà una porzione della barretta rossa della stamina e dovremo stare attenti che non si consumi completamente, e Tasso di Critico. Inoltre ogni arma ha un Peso, che troverete nell’angolo in alto a destra, sia delle armi che degli accessori che potrete installarci sopra (visto che Hisako ha un peso massimo degli oggetti trasportabili che troverete in basso a sinistra, nella finestra dello Status). Salendo di livello anche la capacità del Peso aumenterà, permettendoci di usare armi più pesanti e potenti.

Man mano che si ammazzano mutanti, questi dropperanno soldi, armi e accessori che potrete equipaggiare sulle armi. Questi accessori hanno diversi effetti tra i più disparati, dal far esplodere i nemici a creare dei droni con tot munizioni che attaccheranno automaticamente i nemici, all’aumentare potenza/vita/stamina/tasso di critico/munizioni o altri parametri, e persino lanciare una granata simultaneamente ad ogni sparo, mentre altre permettono di aumentare il tasso di drop di oggetti/denaro/esperienza/abilità/apparizione di mostri rari. Ovviamente le abilità più comuni sono descritte in bianco, mentre quelle più potenti e ricercate in colori come l’azzurro o il verde.

Sempre al Save Point potrete vendere armi e accessori che non vi servono, sfruttando il tasto quadrato che permette di dare un segnalino Cestino o Scudo, che vi permetterà di poter selezionare rapidamente tutti gli oggetti da vendere e poi venderli tutti assieme col tasto Vendi Tutto, che aprirà un menù per chiedervi se volete vendere tutti gli oggetti segnati col Cestino o vendere tutto tranne quelli segnati con lo Scudo.

Ora parliamo della parte fondamentale del gioco, ovvero il combattimento contro i mostri. Abbiamo a disposizione tre armi, una da mischia (che può essere un ascia, una spada o una spranga), un’arma da fuoco leggera (tra cui fucili, shotgun e mitra) e una pesante (solitamente lanciamissili, lanciagranate e bazooka). Utilizzando R1 potremo cambiare arma verso il basso, mentre con R2 usarla per colpire/sparare (personalmente non mi sono trovato bene con questa combinazione e ho preferito switchare i due tasti mettendo l’attacco su R1), mentre con L1 potremo cambiare l’arma verso l’alto e con L2 usare un colpo potente, che consumerà più stamina di un colpo normale. Oltre a questi tasti potremo saltare con X e schivare con O. I combattimenti possono essere spesso molto confusionari, visto che compaiono a volte una quantità enorme di nemici che non ci fanno capire per bene che sta succedendo, chi sta attaccando e costa stiamo ammazzando, e soprattutto quando ci sono mostri molto forti è difficile riuscire a sopravvivere con fuochi esplosioni e tizi che sparano ovunque, per cui consiglio di usare la strategia “ammazza tutto quello che si muove“! XD

Per l’uso delle armi di fuoco c’è una linea di tiro (che volendo potrete anche far svanire nelle opzioni) per la mira che è possibile spostare con le levette analogiche, ma personalmente non mi sono trovato bene a dover spostare Hisako con una levetta e la mira con l’altra per poi sparare, per cui ho scelto di tenere la mira fissa sulla zona verso cui si è diretti. In situazioni particolari però potrete servirvi mirare precisamente in una zona, ma potrete cambiare il sistema di mira dalle opzioni in qualsiasi momento.

Le animazioni sono molto semplici, con intercalazioni alla filmatino flash, ma utilizzata con una regia particolarmente geniale che da un’idea di movimento cinetica e azione ottima, come avrete potuto notare nel filmatino all’inizio della recensione. La grafica è piuttosto normale, anche se in centre inquadrature in cui si zooma indietro è difficile vedere Hisako e capire dove puntare. Durante il corso della storia ci sono delle scene ecchi, con delle ragazze in pose un po’ eccentriche e con i mutanti in posa simil-stupro… quando capitano resto un po’ esterrefatto sulla decisione dello staff di inserirle in un gioco che non dovrebbe essere una visual novel zozza o un gal game ecchi. XD

Il comparto sonoro è di tutto rispetto con delle canzoni fighe rockettate, soprattutto in momento intensi di combattimento, o quando compare un nuovo enorme mutante a cui fare il culetto.

L’adattamento è molto buono, ma purtroppo per noi le uniche lingue caricate sono Inglese, Cinese e Giapponese, non che questo possa essere un grosso scoglio da superare.

Il videogioco è pubblicato da Marvelous per PS4 al prezzo di 29,90 € dal PlayStore, o a 45,99 € in copia fisica, e Nintendo Switch a 24,90€.

Consigliato ai fan dei platform e dei survival a tema zombie.

Dead or School Voti

Trama: 3,5/5

Gameplay: 3,5/5

Musiche: 4/5

Animazioni: 3,5/5

Adattamento: 4/5