Intervista: Vita da Cosplayer di Knite

Bentornati a tutti alla rubrica Vita da Cosplayer!

La settimana scorsa abbiamo avuto ospite la splendida Issabel, questa settimana faremo la conoscenza di Knite!


Shinji Kakaroth: Ciao potresti presentarti ai nostri lettori?

Knite: Salve! Il mio nick da cosplayer è Knite/Knitemaya. Vivo a Sydney, in Australia. Al momento frequento l’università nel campo del trucco ed effetti speciali.

Shinji Kakaroth: Puoi parlarci un po’ di te e di come è nata questa passione per il Giappone e il cosplay e da quanto fai cosplay?

Knite: Ho sempre provato interesse verso la cultura giapponese sin da piccolo. Guardavo un sacco di anime in tv come Sailor Moon, Pokemon, Dragon Ball Z, ecc… Ho iniziato a fare cosplay quando avevo 14 anni, ed è stato proprio in quel periodo che ho partecipato alla mia prima convention.


Shinji Kakaroth: Hai avuto qualcuno che ti ha aiutato all’inizio di questo hobby, dandoti consigli?

Knite: In effetti no. Non conoscevo nessuno che facesse cosplay quando ho cominciato, quindi ho dovuto ingegnarmi da solo. Credo sia proprio questo ad avermi reso il cosplayer che sono tutt’ora.


Shinji Kakaroth: Quanti cosplay hai indossato fino ad ora?

Knite: Direi oltre 20. Ne ho indossati così tanti che è difficile tenerli tutti a mente.

Shinji Kakaroth: I tuoi cosplay li fai personalmente o li acquisti?

Knite: Creo da solo i miei cosplay. Quando si tratta di casacche o giacchette sportive tipo quelle di Haikyuu!!, Free! e Yowamushi Pedal, le compro online. Compro parrucche e giacche da taobao e eBay.


Shinji Kakaroth: Ne hai mai fatti su commissione?

Knite: Ho realizzato diversi costumi per degli amici.

Shinji Kakaroth: Quanto tempo ci vuole per realizzare o mettere assieme un cosplay?

Knite: Dipende dal costume, ad esempio per completare Ken Kaneki da Tokyo Ghoul ci sono voluti diversi giorni, mentre per Koujaku da Dramatical Murder c’è voluto oltre un mese.

Shinji Kakaroth: Qual è stato il cosplay più complicato da indossare e quanto tempo ci vuole solitamente per truccarsi e indossarlo?

Knite: Sicuramente quello di Shingeki no Kyojin. Il trucco e la parrucca erano la parte più semplice, il costume invece è quella difficile. L’imbragatura è davvero difficile da indossare, tanto che ci vuole una vita per aggiustare tutte le cinghie.


Shinji Kakaroth: Ricordi qual è stato il primo cosplay che hai fatto e che hai provato?

Knite: Il mio primo cosplay è stato Colonello da Katekyo Hitman Reborn. All’inizio non era un grancché, per cui ho in programma di riproporlo con una veste migliore in futuro.

Shinji Kakaroth: Qual è stato il cosplay che ti è piaciuto di più tra quelli che hai fatto?

Knite: I cosplay che ho amato di più sono Kageyama Tobio da Haikyuu!! e Sousuke Yamazaki da Free!. Questi costumi sono probabilmente i più facili da mettere assieme, ma il risultato una volta indossati è strabiliante. Mi sono divertito tantissimo indossandoli con gli amici e facendo set fotografici.


Shinji Kakaroth: Qual è stato l’ultimo cosplay che hai fatto e per quale evento l’hai realizzato?

Knite: Ho appena ultimato uno yukata per Makoto Tachibana. Probabilmente lo indosserò per il Matsuri Sydney.

Shinji Kakaroth: Hai partecipato a dei contest durante le fiere? Se sì, hai mai vinto qualche premio?

Knite: Ho partecipato al contest cosplay dello SMASH Con due vole. Ho vinto come Miglior Gruppo nel 2013 col gruppo di DRAMAtical Murder, e secondo posto come Migliore Scenetta nel 2014 col gruppo di Uta no Prince-sama.


Shinji Kakaroth: Quali sono le tue serie anime/manga/videogame preferite?

Knite: I miei anime/manga preferiti sono Free!, Haikyuu!!, Yowamushi Pedal, Tokyo Ghoul, Le Bizzarre Avventure di Jojo e tanti altri! I miei video game preferiti sono Basara 4, le serie di Final Fantasy, la saga di Fatal Frame e di Bayonetta. Inoltre gioco anche a un sacco di giochi BL e Otome game.


Shinji Kakaroth: Secondo te qual è l’essenza del cosplayer?

Knite: Secondo me, l’essenza del cosplayer è mettercela tutta e dedicarsi con passione al proprio hobby.

Shinji Kakaroth: Che ne pensi del cosplay nel tuo paese?

Knite: Il cosplay in Australia sta iniziando a farsi conoscere meglio. Ultimamente ho visto più cosplayer da queste parti fare set fotografici. Trovo sensazionale che sempre più genti si appassioni a questo hobby!


Shinji Kakaroth: Hai un sito web, una pagina Facebook o un canale YouTube?

Knite: Certo, ho diversi siti social media, come Facebook, Youtube, TumblrTwitterInstagram, Worldcosplay.


Shinji Kakaroth: Qual è il tuo sogno per il futuro?

Knite: Il mio sogno per il futur è di diventare un makeup artist o un cosplayer professionale. Ho ancora tanta strada davanti, ma sono certo di potercela fare! Basta che dia il massimo e abbia un atteggiamento positivo, che ne dite?


E anche per questa settimana è tutto.

Come sempre ringraziamo tutti i fotografi che hanno immortalato i suoi cosplay.

Vi do appuntamento per la settimana prossima e restiamo nell’emisfero australe, ma ci spostiamo in Sud Africa!