Utawarerumono – Prelude to the Fallen

Utawarerumono – Prelude to the Fallen

Questo titolo è la versione rifatta per PS4 di Utawarerumono (Ciò di cui cantano le leggende), gioco tattico per PS2 uscito nel 2006, che deriva a sua volta dalla visual novel omonima di Aquaplus del 2002 su PC.

Utawarerumono – Prelude to the Fallen Gameplay

Utawarerumono – Prelude to the Fallen Trama

Ci troviamo spaesati in uno strano mondo dall’aria da antico Giappone medioevale e popolato da strani esseri e umanoidi con orecchie e code di animali. Il nostro protagonista si risveglia a tratti, sembra ferito gravemente e non si ricorda neppure il suo nome.

Grazie alle cure della bella Eruruu, che sembra l’abbia soccorso nella foresta e portato a casa per medicarlo, e di sua nonna Tusukuru, esperta erborista e curatrice del piccolo villaggio, il nostro protagonista prenderà lentamente energie e si troverà di fronte il dilemma della sua esistenza e un mistero ancora più assurdo, ovvero una strana maschera che porta che sembra essere tutt’uno con il suo volto.

Tra la curiosità della piccola Aruruu, sorellina di Eruruu, e le cure di quest’ultima, al nostro protagonista viene dato un nome per chiamarlo dalla nonna delle due, Hakuowlo, degli abiti e come arma di autodifesa, un ventaglio d’acciaio. Tutte queste cose appartenevano al padre delle due ragazze, e infatti entrambe vedendolo vestito come il loro defunto papà, nutrono un po’ di nostalgia.

La vita sembra scorrere tranquillamente, quando iniziano a succedere incidenti uno dopo l’altro, prima l’incursione dei Kimamau, delle specie di grosse scimmie, e poi l’attacco di Mutikapa, una gigantesca tigre bianca il cui pelo sembra essere tanto duro da non farsi neppure un graffio per i colpi di frecce, lance o spade.

Assieme a Teoro, Eruru e agli altri abitanti del villaggio, Hakuwolo dimostrerà grande coraggio e leadership, guidandoli verso la vittoria di volta in volta, e conducendo una rivolta contro il feudatario a capo della regione, dopo un barbaro atto di rappresaglia dei suoi uomini conclusosi con la morte della vecchia Tusukuru.

Ma fin dove si spingerà Hakuwolo per salvare i suoi nuovi amici e scoprire la verità su questo mondo a lui sconosciuto e su se stesso?

Utawarerumono – Prelude to the Fallen Valutazione

Sono un vecchio fan di questa saga, per prima cosa seguì la serie animata del 2006 e tutte le serie e special successivi, poi scoprì che esisteva anche un videogioco per PS2 e riuscì a procurarmelo e giocarci. Come questo titolo, il gioco era un misto tra visual novel, con lunghe scene collegate a illustrazioni sullo sfondo, e tattica, con i personaggi presenti su una plancia a scacchiera.

Francamente non ricordo se già allora i dialoghi erano tutti completamente doppiati come per questa rivisitazione del titolo, il tutto accompagnato da una colonna sonora che potremo scegliere all’inizio se originale del primo titolo o Speciale Estesa, con influenze dei titoli per PS4 usciti prima di questo.

Mi è sempre piaciuta la trama di questa serie, piena di misteri e con un forte e carismatico personaggio che conduce il suo gruppo fino a raggiungere la vetta, con i problemi che poi comporterà riuscire a mantenere quella posizione e le guerre che verranno con i paesi confinanti.

Inutile dire che, derivando da una visual novel ci saranno alcune scene di nudo che potrete ottenere nel corso della storia.

Principalmente il gioco è fatto da lunghe scene di dialoghi, inframmezzate da momenti in cui potrete scegliere dove andare per far proseguire una determinata trama o proseguire la storia principale, arricchendo in questo modo la sezione Bonus, in cui si troverà una Galleria delle illustrazioni di scene viste nel corso della storia, il Lettore Musicale, dove potrete riascoltare le OST comparse di volta in volta nel corso della storia, e il Visualizzatore di Eventi, che vi permetterà di rivedere alcune parti salienti della storia.

Di tanto in tanto, si passerà in modalità Tattica per gli scontri necessari alla prosecuzione della trama. Prima di ogni scontro sarà possibile accedere a un menù per scegliere di Cambiare la Difficoltà di gioco (per ottenere ricompense migliori), scegliere di Equipaggiare i personaggi e soprattutto scegliere quali personaggi parteciperanno allo scontro, che sebbene all’inizio siano fissi, man mano che si otterranno alleati saranno sempre di più e dovremo scegliere di volta in volta chi ci conviene utilizzare maggiormente rispetto allo scenario.

I personaggi, dotati di determinate statistiche a questo punto si troveranno su una plancia a scacchiera dove potranno effettuare il loro movimento e un’azione (attaccare, aspettare, usare un oggetto), e il gioco va avanti a turni tra i tuoi personaggi e gli avversari mossi dall’AI del gioco. Inutile dire che gli attacchi di lato o alle spalle aumenteranno i danni degli attacchi, e questo vale per entrambe le parti, quindi state attenti al verso in cui posizionate i personaggi a fine mossa.

La grafica, che è stata ereditata dalla nuova serie di giochi tattici per PS4 di questa saga, riesce in maniera adeguata a permettere a chi non ha giocato il primo titolo uscito per PS2, a godersi la storia epica che pone le basi su cui poi si svilupperanno i titoli che avete potuto giocare negli ultimi anni, ovvero Utawarerumono: Mask of DeceptionMask of Truth e Zan. Peccato che il filmatino iniziale non sembri sia stato rifatto da zero, ma più che altro ereditato dal vecchio gioco, tanto che soprattutto in certi punti si potranno notare dei rallentamenti o delle spixellature.

La colonna sonora è splendida, con musiche evocative degne della storia, calme nei momenti di pace e irruente negli accesi scontri delle battaglie.

Come per gli altri titoli, il gioco è interamente doppiato in giapponese ed adattato unicamente in inglese. L’adattamento è davvero ottimo, lasciando intatti diversi termini in originale ed ovviamente i nomi di mostri e protagonisti.

Il videogioco è pubblicato da ATLUS per PS4 da al prezzo di 60,98 € (prezzi relativi ad amazon).

Consigliato ai fan della serie e delle visual novel con sprazzi di tactics.

Utawarerumono – Prelude to the Fallen Voti

Trama: 5/5

Gameplay: 4/5

Musiche: 5/5

Animazioni: 4/5

Adattamento: 4,5/5