Terror in Resonance di Shinichiro Watanabe
Poster di Terror in Resonance di Shinichiro Watanabe

Terror in Resonance di Shinichiro Watanabe

Terror in Resonance è una serie anime originale prodotta dallo studio di animazione giapponese MAPPA. L’anime è stato diretto da Shinichiro Watanabe, regista già famoso per alcune sue precedenti opere come per esempio l’anime Cowboy Bepop. Come per Cowboy Bebop, Watanabe è stato affiancato nuovamente dal disegnatore Kazuto Nakazawa e per quanto riguarda la colonna sonora da Yoko Kanno. Come si suol dire “squadra che vince non si cambia”. Terror in Resonance di Shinichiro Watanabe è andato in onda nel 2014 con 11 episodi.

Trama di Terror in Resonance di Shinichiro Watanabe

Siamo  in una Tokyo di un’altra realtà, precisamente nel quartiere di Shinjuku in un caldo giorno d’estate. Un attacco terroristico ha sorpreso la città, distruggendo diversi edifici. I colpevoli dell’attentato hanno lasciato un solo indizio: un video caricato su internet. Nel video si vedono i due colpevoli, ovviamente mascherati per nascondere la loro identità, che minacciano di distruggere la città almeno che non si riesca a risolvere un rompicapo. I terroristi sono due ragazzi adolescenti che si fanno chiamare “Sphinx”, che risultano “inesistenti” per lo stato. Difatti entrambi sono sopravvissuti di un esperimento segreto che prevedeva la trasformazione di bambini orfani in armi umane. Durante un loro attacco alla città, si imbattono casualmente in Lisa, una  giovane ragazza che entra a far parte del duo. La squadra continuerà col progetto di distruggere Tokyo, con l’unico obbiettivo di far capire al mondo che la vita non è sempre rosa e fiori.

Terror in Resonance anime giapponese
Terror in Resonance di Shinichiro Watanabe, il DVD giapponese

Personaggi principali

Nine

Nine è uno dei due membri degli Sphinx. È un ragazzo molto serio e intelligente che riesce a mantenere la calma anche nei momenti più tragici.  Frequenta il liceo a Tokyo sotto falsa identità.

Twelve

L’altro membro degli Sphinx. A differenza di Nine è molto più spensierato e ha comportamenti quasi infantili, anche se in realtà sa essere molto deciso nei momenti difficili. È il primo ad accogliere Lisa nel gruppo.

Lisa Mishima

Una liceale di Tokyo che ha problemi sia a scuola che a casa. Frequenta la stessa scuola di Nine e Twelve e per coincidenza finisce per essere coinvolta nei loro progetti. Twelve è il primo che si mostra gentile verso di lei e che la accoglie.

Shinichiro Watanabe

Shinichiro Watanabe nasce a Kyoto nel 1949. Dopo essersi laureato all’università, a fine anni ‘80 decide di intraprendere la strada del regista. Inizialmente inizia a lavorare per lo studio Sunrise, famoso per anime di genere mecha. Per questo le prime opere di Watanabe sono incentrate su robot e lo spazio. Una sua caratteristica è la passione e l’influenza della cultura occidentale, che viene rispecchiata anche nei suoi lavori.

Il suo marchio di fabbrica è sicuramente la serie Cowboy Bepop del 1998. La serie è infatti considerata il suo più grande successo, nonché il suo debutto all’interno del mondo dell’animazione come regista. Attraverso il suo primo lavoro possiamo già notare alcune delle sue peculiarità che lo rappresentano al meglio come regista e artista. Per esempio i suoi personaggi, come si può vedere anche in Terror in Resonance, sono spesso riuniti per pura coincidenza. Un altro elemento tipico di Watanabe è la musica. Probabilmente anche perché sua grande passione, la musica è una componente costante e molto presente. Nonostante la sua marcata occidentalizzazione delle opere, Watanabe non ha dimenticato le sue origini giapponesi e, di fatto, Terror in Resonance e anche qualche altra sua opera sono ambientate in Giappone.

Watanabe grazie alla sue abilità è oggi considerato uno dei registi più influenti nel mondo dell’animazione giapponese.

Cowboy Bop anime giapponese
Cowboy Bop anime giapponese

Fonti

Terror in Tokyo 残響のテロル
Cardinal Scholar, A view into Japanese animation through Watanabe and Ikuhara, Jules Patalita, 2016
Kyoto City University of Art, 京都市立芸術大学, 渡辺信一郎