Death Parade anime di Yuzuru Tachikawa
Death Parade, promozionale

Death parade di Yuzuru Tachikawa

Death parade di Yuzuru Tachikawa (ideatore e regista) è una serie anime composta da 12 episodi, andata in onda nel 2015. L’anime si basa sul cortometraggio Death billiards, pubblicato nel 2013. Il tema principale è la vita dopo la morte, e l’analisi della natura umana.

Trama di Death parade di Yuzuru Tachikawa

La serie è ambientata in un bar particolare che si trova in un altro mondo, in un limbo tra la vita e la morte dove giungono le anime dei defunti. Il nome del bar è Quindecim, ed è gestito dal barista Decim. Decim non è però un normale barista, ma è in realtà un arbitro che gestisce un gioco per valutare le anime delle persone.

Sulla terra quando due persone muoiono contemporaneamente, viene loro tolto il ricordo della loro morte e vengono spedite in appositi bar, come il Quindecim. Per riuscire a uscire dal locale viene imposto alle anime di giocare a un gioco da cui non possono ritirarsi. Il gioco, che cambia ogni volta in base alle persone, mette a dura prova i sentimenti delle persone, facendo venire fuori la loro vera natura.  Il compito di Decim è giudicarle e decidere quale anima verrà reincarnata in un’altra vita e quale invece finirà nel “vuoto”. La svolta nella trama si ha quando una donna giunge al bar di Decim col ricordo di essere morta. La donna di nome Chiyuki cercherà di capire come funziona il mondo in cui è capitata alla ricerca della verità. Come prima cosa Chiyuki decide di osservare e aiutare Decim nel gioco delle anime.

Personaggi

Decim

E’ il protagonista maschile della serie e barista del Quindecim. Ha il compito di giudicare le anime in base ha come si sono comportate durante il gioco. Il suo hobby è creare bambole che assomigliano agli umani che ha dovuto giudicare. Ha sempre un volto inespressivo, e sembra non avere alcuna emozione ma verso la fine della serie si dimostra capace di provare dei sentimenti, probabilmente grazie all’aiuto di Chiyuki.

Chiyuki

L’altra protagonista della serie. Appena giunge nel bar di Decim non riesce a ricordare la sua identità, si ricorda però della sua morte. Si scopre che i suoi ricordi sono stati presi da Decim, che non è riuscito a giudicarla e di cui ora è diventata sua assistente. A fine serie riesce a ricordare la sua vita passata, e con amarezza si accorge degli sbagli commessi. Verrà infine giudicata da Decim e…

Death Parade serie anime
La copertina della serie Death Parade

Il culto dei defunti in Giappone

Il buddhismo in Giappone è arrivato dalla Cina attorno al VI° sec. Col passare dei secoli è entrato a far parte della religione giapponese, fondendosi con i riti e le tradizioni già esistenti.

Una delle caratteristiche della filosofia buddhista è l’attenzione posta verso il tema della morte e della vita dopo la morte.  In particolare si pensa che ci si possa reincarnare, in animali o persone.

La maggior parte delle famiglie giapponesi possiede un altare all’interno della propria casa.  Questo altare svolge la funzione di unire gli antenati con i famigliari all’interno della casa, che offrono spesso fiori e cibo in onore del defunto. Inoltre, sono considerate molto importanti anche le visite alla tomba di famiglia, che avvengono principalmente durante le feste. Queste azioni coinvolgono una serie di gesti, che servono a unire il più possibile i defunti con i viventi e a mantenere vivo il loro ricordo. Inoltre serve a ricordare alle persone che la morte non è la fine di tutto, ma che verranno ricordate con affetto per molti anni a venire.

Fonti

Madhouse, デス・パレード
Vap, Sito dell’anime Death Parade デス・パレード
Jstor, Rites of Passage to Death and Afterlife in Japan, Yohko Tsuji,
Twitter del regista Yuzuru Tachikawa
Dyn.it, distributore italiano di Death Parade