Dissolving Classroom

Dissolving Classroom Manga

Un vero e proprio dipinto di follia, con la razionalità che si va pian piano squagliando come un ghiacciolino caduto per terra nel caldo torrido di agosto, e immediatamente attorniato da formiche impazzite per gli zuccheri racchiusi nel liquido in cui si sta tramutando.

Dissolving Classroom Trama

Keiko Arisu è una normale studentessa, piuttosto carina, ma nella cui vita non ci sono particolari stranezze, ma tutto cambia quando Yuma Azawa si trasferisce nella sua classe. Il ragazzo ha un aspetto serio e piuttosto normale, ma da subito mostra un lato completamente fuori dagli schemi, infatti sembra sia un maniaco delle scuse e sin dal primo momento, neppure il tempo di presentarsi alla classe, che già comincia a scusarsi con tutti, senza che ce ne sia un qualsivoglia motivo.
Per questa sua stramberia viene preso di mira da alcuni compagni di scuola, che iniziano a prenderlo in giro e fargli atti di bullismo, nonostante lui continui a scusarsi con loro. Un giorno, mentre sta rincasando da scuola, Keiko viene tampinata da una bambina dall’aria inquietante che a un certo punto prende a inseguirla con un’aria da indemoniata, strillandole “Voglio succhiare il tuo cervello!”! La ragazza fugge in preda al panico e finisce per essere messa sotto da un camion, ma grazie al cielo si salva da questo incidente e in ospedale a farle visita viene proprio Yuma, che si scuserà profondamente con la ragazza e i suoi genitori, visto che la ragazzina che ha causato l’incidente è sua sorella minore, Chizumi.
Durante la degenza Yuma ha continuato a far visita a Keiko, scusandosi sempre con i suoi genitori e una volta uscita, la ragazza decide di provare a fare amicizia con Chizumi, nonostante Yuma le sconsigli di provarci. Secondo lui è diventata così malvagia e pazza per colpa sua, visto che i loro genitori, quand’erano in vita, erano molto rigidi nella loro educazione e lui per scaricare lo stress uccideva rane e serpenti sulla collina dietro casa, per cui pensa si tratti di una maledizione causata da quegli animali morti.
La ragazza non si perde d’animo e va a cercare di fare amicizia con la ragazzina, che sempre con un’aria da indemoniata e deridendola, le racconta la verità, ovvero che il suo fratellone quando si scusa non lo fa per gli altri, ma per se stesso, infatti scusandosi prova una strana e piacevole euforia, visto che è il suo modo di adorare il diavolo, inoltre attraverso le scuse si generano delle onde elettromagnetiche demoniache che hanno il potere di sciogliere prima il cervello e poi completamente le persone. Da qui in poi le cose iniziano a peggiorare, visto che non solo i suoi genitori cominciano a sciogliersi, ma anche tutta la gente nella sua stessa scuola.
Keiko riesce a scampare da una fine orrenda grazie al fatto di essere svenuta e alla scomparsa dei due strani fratelli dalla sua vita.
Ma sarà davvero finita?

Dissolving Classroom Valutazione

Amo i film horror, anche se non sono un accanito lettore di manga di questo genere e saltuariamente mi capita di leggere qualche romanzo. La copertina fa già capire che più che storie con terribili mostri, avremo a che fare con un orrore più recondito e disgustoso, pronto a far sciogliere il nostro raziocinio in una pozza vischiosa.
La cosa che ho trovato più interessante però, è che alla fine dei conti al lettore resta una vaga sensazione di quale sia la verità, visto che i due fratelli danno di volta in volta versioni piuttosto diverse e spesso contrastanti, per cui non si capisce cosa sia vero e cosa sia falso, tranne il fatto che sicuramente Yuma adora il diavolo e le sue scuse fanno sciogliere la gente.
Più che l’orrore è il disgusto che regna sovrano in questo volume unico, per cui sconsiglio la lettura a chi non ha uno stomaco duro che possa reggere certe scene orripilanti. Geniale il finale del volume, che porta tutto a un livello tragicomico altissimo.
Come sempre il tratto del sensei Ito è molto regolare, i visi delle persone hanno dei tratti piuttosto realistici e le scene più splatter e disgustose sono disegnate splendidamente. Sempre tanta cura per gli sfondi, con retinature e chine che arricchiscono le vignette.
Ottimo l’adattamento, come sempre, con note a margine per spiegare alcuni termini giapponesi.
Il manga è pubblicato da Star Comics nel classico formato deluxe con sovracopertina in carta patinata e prima pagina a colori al prezzo di 8 €.
Consigliato ai fan dell’orrido.