Reportage dal Padiglione Giappone dell’Expo Milano 2015

Il Giappone partecipa all’Expo Milano 2015 proponendo la propria cultura alimentare come esempio di nutrimento sostenibile, equilibrato e sano e si propone come modello per alleviare i problemi mondiali relativi alla fame e all’ecologia.

Le parole sulle quali si concentra il Giappone sono salute ed educare divertendo. I temi, oltre a quello del mangiare sano, sono l’armonia (ambientale ed estetica) e la tecnologia.

Il Padiglione Giappone è stato progettato dall’architetto Atsushi Kitagawara e la struttura esterna è stata realizzata con 17mila pezzi di legno incastrati tra di loro in modo da lasciar filtrare la luce del sole.

In un giorno di pioggia di Ottobre decido di fare un salto all’Expo Milano 2015. Dopo circa 2 ore di coda ai tornelli mi dirigo ovviamente verso il Padiglione Giappone.

Arrivato al Padiglione riesco molto fortunatamente ad entrare dopo solo 3 ore di coda (si c’era la coda anche per entrare nei padiglioni).

Il percorso interno si divide in una serie di stanze.

Nella prima vediamo una mostra di pittura giapponese.

E poco dopo parte sullo schermo un video sulla Biodiversità.

Nella stanza successiva assisto ad un meraviglioso video sull’alternanza delle stagioni proiettato “in 4D” con lo spazio attorno che cambiava colore in base alla stagione.

Proseguendo vedo una mostra di oggetti giapponesi.

E subito dopo noto quella che ho definito: “fontana ipertecnologica”.

Nella stanza successiva vi è una bellissima mostra sul cibo giapponese.

Seguita più avanti da un video sulla natura.

Proseguendo, in un’altra stanza vi è una mostra sulla ceramica giapponese.

E per finire, nell’ultimo luogo partecipo al ristorante del futuro dove ho effettuato un pranzo virtuale.

Il tour dura all’incirca 50 minuti e una volta uscito mi dirigo al ristorante giapponese dove noto delle armature proprio del Sol Levante. Vi era anche la possibilità di indossarle.

Vi lascio un paio di immagini del Padiglione Giappone.


Siete riusciti a vedere il padiglione Giappone all’Expo? Cosa ne pensate?